© Copyright 2000-2019 - Gaetano Sorge - All rights reserved - Ultimo aggiornamento:


"Sia Benedetto il nome del Signore che ha suggellato in te le sue promesse
e in te, ferventi, siam qui noi riuniti per celebrarti Santo, o Nicolò Politi!"

NOTIZIARIO     Le notizie e gli aggiornamenti relativi a S. Nicolò Politi           

     A.D.   2021      


  • 10 Maggio 2021 - Memoria dei Santi fratelli martiri Alfio, Filadelfo e Cirino
    ANNIVERSARIO DELLA ROGAZIONE DEI MIRACOLI PER INTERCESSIONE DI S. NICOLO' POLITI
Oggi, giorno in cui la Chiesa di Sicilia ricorda l'eroico martirio presso la città di Lentini dei Santi fratelli di Vaste, i gloriosi Filadelfo, Alfio e Cirino, ricorre anche il 518° anniversario della Rogazione dei Miracoli di San Nicolò Politi, ricordata nei secoli a venire come giorno del "Miracolo della Pioggia".
Il 10 maggio 1503 a seguito di una siccità che si protraeva dall'inverno del 1502, la cittadina di Alcara, guidata dal Clero lovale celebrò una speciale Rogazione per chiedere l'intercessione dei santi per invocare la pioggia.
Le rogazioni erano riti processionali penitenziali sotto forma di pellegrinaggio verso una Chiesa, cappella o altare esistenti ad una certa distanza dal centro abitato, caratterizzati da una specifica liturgia che prevedeva il pio esercizio della recita della Litania dei Santi. Al luogo di arrivo veniva poi celebrata la Santa Messa.
Quella rogazione si diresse e concluse presso la chiesetta dell'antico Monastero greco della Madre di Dio che sorge tutt'ora di fronte al centro abitato di Alcara, al di là della valle del fiume Rosmarino.
In quel luogo santo riposava allora, insepolto, all'interno di una cassa collocata presso l'altare ed oggetto di particolare venerazione, il prodigioso "Corpo Santo" dell'eremita Nicolò Politi da Adrano, vissuto nel XII secolo e ritrovato poco dopo la morte sotto uno sperone di roccia del Monte Calanna.
Come fatto in altre occasioni, la rogazione si concluse con l'esposizione del Corpo Santo e una breve processione con lo stesso intorno al Monastero.
La misericordia di Dio non solo concesse la pioggia tanto attesa, ma manifestò, attraverso il "Corpo Santo" dell'eremita, l'amore per questo suo prezioso servo, guarendo da gravose e vistose infermità molti dei pellegrini presenti e operando altri prodigi, monito per la conversione dei peccatori.
Emblematico è il racconto nei testi cinquecenteschi, in cui le persone toccate dalla grazia, uno dietro l'altro, cominciano a gridare tra la folla, comunicando la loro improvvisa guarigione.

[Foto della antica Cassa reliquiaria del Santo presso la Chiesetta del Monastero del Rogato del 18 Agosto 2003]


  • 3 Maggio 2021 - Alcara Li Fusi (ME) FESTA DEL PATROCINIO DI SAN NICOLÒ POLITI
Nel giorno in cui ricorre la memoria dell'invenzione (il ritrovamento) della Santa Croce di nostro Signore Gesù, presso la città di Alcara Li Fusi (ME) si celebra la solennità della festa del patrocinio di San Nicolò Politi eremita.
La festa affonda le proprie origini nella Rogazione del 10 maggio 1503, presso la chiesetta del Monastero greco della Santa Vergine che sorge di fronte al centro abitato di Alcara, al di là della vallata.
Si trattava di un rito processionale dal paese al Monastero dove riposava, essendo oggetto di particolare venerazione, il prodigioso "Corpo Santo" di un eremita rinvenuto in una spelonca alle falde del Monte Calanna e vissuto nel XII secolo:
Nicolò dei Politi d'Adrano.
Caratterizzata dalla recita della litania dei Santi, la  Rogazione di quel particolare giorno si svolse per chiedere la grazia della pioggia, a causa del lungo periodo di siccità che aveva afflitto dalla fine del 1502 quei territori.
La misericordia di Dio non solo concesse la pioggia tanto attesa, ma manifestò attraverso il "Corpo Santo" dell'eremita la sua potenza, guarendo da gravose e vistose infermità molti dei pellegrini presenti e operando altri prodigi, monito per la conversione dei peccatori.

Prega per Noi, glorioso eremita!
Intercedi o Nicola per tutti noi che attraverso te ci rivolgiamo al Signore Nostro, Gesù, Cristo.
Per la dolcissima Regina del Cielo, per i gloriosi Martiri Filadelfio, Alfio e Cirino e per tutti i Santi che godono insieme con te della perfetta visione di Dio, siano consolati e benedetti i tuoi devoti figli, o San Nicolò!
Concedi a noi la grazia, o Signore, di sentire sempre viva la presenza amica e paterna del tuo servo, affinché pur se caduti, Nicolò ci aiuti a rialzarci e sentire, attraverso il nostro affetto per lui, il Tuo eterno amore che fa nuove tutte le cose.
G. S.




  • 24 gennaio 2021 - PORTALE SAN NICOLÒ POLITI - Aggiornamenti nella BIBLIOTECA DIGITALE
E' disponibile da oggi nella Biblioteca del Portale, il collegamento alla versione digitale del testo in tre volumi del sac. Petronio Russo Salvatore, edito in Messina nel 1880:
L'importante testo, appartenente alla Biblioteca dell'Università di Harward e da questa digitalizzato, è stato reso disponibile sulla piattaforma Google libri.
  • Aggiornamento del 10 Gennaio 2020 - MONDO - Pandemia COVID19

Nel giorno in cui la Chiesa ricorda il Battesimo di Gesù, innalziamo la nostra preghiera al Padre affinchè manifesti la sua potenza e mandi lo Spirito Santo per renderci saldi nella fede nelle tribolazioni.

  


  • Calendario 2021 - Chiesa San Nicolò Politi - ADRANO (CT)
La Chiesa San Nicolò Politi, grazie al lavoro svolto da Massimiliano Amore per la grafica e le immagini, ha realizzato il calendario per l'anno 2021.
Questo calendario apre la strada al cammino di preparazione verso l'anno 2026, in cui la Città di Adrano celebrerà il centenario dell'arrivo dell'insigne reliquia del teschio del Santo.



  • 1 Gennaio 2020 - Maria Madre di Dio
Nel formulare a tutti l'augurio di un nuovo anno, ricco di frutti spirituali e di opere buone, nella speranza che il mondo possa superare le gravi difficoltà legate alla pandemia, invito tutti a pregare incessantemente affinchè il nostro cuore sia sempre saldo nell'amore, pur nelle prove, nelle difficoltà, con le nostre miserie e con le nostre debolezze.
La nostra forza è Cristo! Impegnamoci a dedicare a lui ogni giorno e senza timore rivolgiamoci a Maria, Madre di Dio, perchè illumini il nostro cammino!
Un caro abbraccio a tutti!